Home Page La Sicilia in Rete! in english
cerca in:
Agrigento | Caltanissetta | Catania | Enna | Messina | Palermo | Ragusa | Siracusa | Trapani | Tutte le città | Links utili

La Sicilia

TURISMO
Hotels
Agriturismo
Bed and Breakfast
Case Vacanza
Ville
Camping
Villaggi
Ristoranti

Acquista Casa in Sicilia
Lavoro in Sicilia

Presentazione
Geografia
Economia
Storia
Arte
Musei
Gastronomia
Feste e Sagre
Fotografie
Cartoline
Video
Meteo
Mappe

News e Articoli
Eventi e Appuntamenti
Il Cinema in Sicilia

Aziende ed Economia
Olio di Sicilia
Vino di Sicilia
Prodotti Tipici

Le 9 province

Agrigento
Caltanissetta
Catania
Enna
Messina
Palermo
Ragusa
Siracusa
Trapani
Tutte le città

LINKS UTILI

 

SALEMI

Tutte le foto di Salemi La programmazione cinematografica
Spedisci una cartolina da Salemi Dove alloggiare a Salemi
I ristoranti di Salemi • Le pizzerie di Salemi
I siti Web su Salemi Le aziende di Salemi
Viaggi a Salemi Libri su Salemi
Eventi a Salemi News a Salemi
E-mail di Salemi Feste e Sagre

Cittadina posta in bella posizione in mezzo a coltivazioni di vigne che caratterizzano tutto il trapanese, Salemi conserva un centro storico di impronta islamica, caratterizzato da strette viuzze acciottolate che salgono verso il punto pi alto, occupato dal castello. Salemi ebbe un subitaneo momento di gloria quando, dopo l'arrivo di Garibaldi, venne simbolicamente dichiarata prima capitale d'Italia. NeI 1968 il paese stato duramente colpito dal terremoto.

Castello Normanno - Edificato per volere di Ruggero d'Altavilla nel sito ove sorgeva una fortezza, il castello caratterizzato da due torri quadrangolari e da un'alta torre cilindrica.
Sulla destra del castello, si trovano i resti della Chiesa Madre, distrutta dal terremoto deI 1968. Prendere via D'Aguirre, che scende di fianco alla chiesa.

Chiesa e Collegio dei Gesuiti - La chiesa ha una bella facciata barocca arricchita da un portale con colonne tattili in tufo. All'interno del collegio stato allestito Museo Civico che raccoglie le opere d'arte religiosa delle chiese distrutte dal terremoto del '68. Particolarmente bella la Madonna della Candelora di Domenico Gagini. Oltre l'ultima sala del museo si accede ad una cappella settecentesca che riproduce fedelmente la Casa Santa di Loreto (Casa della Madonna).
Continuando a scendere si raggiunge il caratteristico quartiere Rabato, che ha conservato intatto il sapore islamico. Le vie esterne offrono begli scorci sulla vallata. Qui il 3 febbraio, per S. Biagio, vengono distribuiti dei graziosi e piccolissimi pani dalle forme e fogge estremamente elaborate.
Quest'alimento protagonista anche della festa di S. Giuseppe (19 marzo) per la quale vengono preparati grandi pani votivi a forma di angeli, ghirlande, fiori, animali, attrezzi da lavoro, in modo da rappresentare tutti i momenti della vita.

DINTORNI

Calatafimi - 13 km a nord. E' un borgo arroccato dominato dal Castello Eufemie, roccaforte bizantina ricostruita nel XIII sec. ed ora in rovina, dal quale si gode di una bella vista sulla vallata e sul paese.
Ogni cinque anni si svolge la festa del SS. Crocefisso (1-3 maggio) con una imponente processione cui partecipano tutte le diverse "corporazioni". Si distingue quella dei Massari che allestisce un ricchissimo carro con decorazioni di...pane.
Sulla collina di fronte si erge il Pianto Romano, monumento ai caduti garibaldini (Calatafimi stata teatro di un'importante battaglia) da dove si gode di un magnifico panorama sulla cittadina e sulle colline circostanti dietro le quali si scorge il mare.


acquista
buy on line
Michelin Green
Guide of Sicily

:: in italiano ::

:: in english ::

 


Note legali, Cookie Policy e Privacy - Realizzazione: Studio Scivoletto