Home Page La Sicilia in Rete! in english
cerca in:
Agrigento | Caltanissetta | Catania | Enna | Messina | Palermo | Ragusa | Siracusa | Trapani | Tutte le città | Links utili

La Sicilia

TURISMO
Hotels
Agriturismo
Bed and Breakfast
Case Vacanza
Ville
Camping
Villaggi
Ristoranti

Acquista Casa in Sicilia
Lavoro in Sicilia

Presentazione
Geografia
Economia
Storia
Arte
Musei
Gastronomia
Feste e Sagre
Fotografie
Cartoline
Video
Meteo
Mappe

News e Articoli
Eventi e Appuntamenti
Il Cinema in Sicilia

Aziende ed Economia
Olio di Sicilia
Vino di Sicilia
Prodotti Tipici

Le 9 province

Agrigento
Caltanissetta
Catania
Enna
Messina
Palermo
Ragusa
Siracusa
Trapani
Tutte le città

LINKS UTILI

 

GIARRE

Giarre e' un importante centro agricolo e commerciale in provincia di Catania noto per le produzioni di ciliege, per quelle orticole, la produzione di vini ed il florovivaismo.
La citta' e' situata a 81 metri sul livello del mare e conta circa 27.200 abitanti.

LA CITTA'

Il bagaglio culturale ed artistico cittadino e' interessante.

La Chiesa Madre - Una prima tappa turistica deve decisamente riguardare la Chiesa Madre cittadina dedicata a S. Isidoro Agricola, il patrono cittadino. E' un'imponente costruzione neoclassica, con due torri campananie gemelle, di forma squadrata. I lavori per la sua edificazione iniziarono il 1794 e terminarono quasi un secolo dopo. La facciata presenta due campanili e quattro orologi, il suo interno e' suddiviso in tre navate, a croce latina ed uno stile neoclassico. La Chiesa preserva alcune opere d'arte interessanti come alcune tele settecentesche e ottocentesche come la tela raffigurante "La Vergine e Santi", nonche' un pregiato arazzo rosso raffigurante, tra l'altro, un'aquila con una croce sul petto ed uno stemma dei Borbone.

Da citare e' la chiesa dell'Oratorio, realizzata seguendo lo stile rococo' siciliano.

Il Corso - L'arteria principale via Callipoli, fiancheggiata da bei negozi e da residenze signorili in stile liberty, neoclassico e barocco, edificati tra l'Ottocento ed il Novecento, tra i quali degno di nota il Palazzetto Bonaventura (n 170), in stile liberty. Al n 154, Palazzo Quattrocchi caratterizzato da decorazioni in stile moresco.

La bellezza cittadina e' ulteriormente arricchita dai belvederi riposti sul famoso vulcano Etna ed il Torrente Macchia.

Anche i dintorni cittadini sono affascinanti e meritano una visita turistica.

Il Santuario di Santa Maria la Strada fu edificato nel 1081 nella contrada che lo ospita per volere del Conte Ruggero che cosi' voleva ringraziare la Madonna per la sua vittoria sui Saraceni. Sempre nei dintorni cittadini, e precisamente nella localita' denominata Macchia, si trova il Museo Comunale degli Usi e dei Costumi delle Genti dell'Etna in cui si puo' ammirare, tra l'altro, la ricostruzione fedele di una tipica masseria del secolo scorso.

Dal punto di vista naturalistico Giarre ha molto da offrire.
Certamente da non sottovalutare e' il fatto che Giarre rientra nel Parco dell'Etna, una delle piu' interessanti oasi siciliane che consente, tra l'altro, la possibilita' d'ammirare delle vedute uniche sul Vulcano.

Un secondo Parco rientrante in questo Comune e' quello Chico Mendes, presso l'alveo del Torrente Macchia che offre la possibilita' di ammirare una discreta presenza della macchia mediterranea e resti di antiche colate laviche e di antecedenti insediamenti umani preistorici.

LA STORIA

La sua nascita si deve al Vescovo-Conte Nicola Maria Caracciolo che nella seconda meta' del 1500, incominicio' ad interessarsi attivamente alla zona concedendo in enfiteusi le sue terre per poter iniziare l'ingente opera di bonifica nella zona. Nel 1815 la citta' ottenne l'autonomia da Mascali, citta' dalla quale fino a quel momento dipendeva. La storia cittadina e' legata a quella della vicina citta' di Riposto: le due citta' sono state unificate e divise piu' volte fino ad arrivare alla fine della Seconda Guerra Mondiale quando esse furono di nuovo suddivise per riprendere i loro toponimi originari.
Il nome Giarre ricorda i famosi contenitori utilizzati per conservare le decime da consegnare al Vescovo di Catania, signore di Mascali.


acquista
buy on line
Michelin Green
Guide of Sicily

:: in italiano ::

:: in english ::

 


Note legali, Cookie Policy e Privacy - Realizzazione: Studio Scivoletto